Yellow submarine

Nella città di mare in cui sono cresciuta, c'era un uomo che faceva il nostromo e che era un eroe perché in vita sua aveva salvato un sacco di persone. Era saggio e sapeva molto del suo mare e della sua gente. In condizioni avverse o problemi di corrente era concentrato ma quando si rivolgeva a qualcuno era... Continue Reading →

Advertisements

Esistere…ma con riserva

Raggomitolata in una nicchia della montagna, spio da lontano la mia terra. I miei ricordi, i miei pensieri e le mie emozioni sono tutti pieni di tenere contraddizioni. Senza sforzo né dolore, quasi fosse il principio di una commedia, vedo il mio passato dispiegarsi su quella magnifica scena. Il golfo, le falesie e quei luoghi... Continue Reading →

Sbarazzino

Un pomeriggio d'estate si parte da Bologna per Firenze in mtb, 3 giorni sempre in sella. Il sole è incandescente e l'aria ferma. Mentre pedalo penso a chi me lo ha fatto fare di partire a quell'ora infame! Comunque schiviamo il colpo di calore e al crepuscolo siamo in un paesotto dell'Appennino dove dormiremo in... Continue Reading →

Ebbrezza da cappuccino

Da quando non mi fa più andare in bagno, il cappuccino mi va tutto al cervello. Ha un effetto antidolorifico e felicitante: provo una sorta di ebbrezza leggera, un principio di narcosi d'azoto...come quando in immersione scendevo sui 40 metri e improvvisamente quel fastidioso dolore alla pinna, quel punto di freddo, quell'indolenzimento alla schiena passava... Continue Reading →

Il Mondo è Fantastico…a colazione

Quando ero piccola, durante la colazione ero praticamente esente da maltrattamenti. Venivo servita di latte e biscotti in un clima disteso. Mia madre aveva fatto in tempo a ricevere e interiorizzare questa semplice ma premurosa attenzione dal padre prima che lui morisse. E io me la godevo tutta. La colazione era l'unico momento di tregua... Continue Reading →

Auguri

Mi sento ispirata per degli speciali auguri a questa umanità che, per comodità, divido in tre gruppi: gli adulti, i bambini e tutti gli altri che vivono in un Limbo tra i due. Auguro a tutti i bambini che possano vedere soddisfatti i propri bisogni primari, che possano così crescere sereni e andare verso i... Continue Reading →

Rinascita Rock

Dopo essere stato bistrattato al lavoro da un paio di bambini discoli, il mio lettore mp3 ha cominciato a manifestare segni di insofferenza: funzionava a intermittenza e passava sempre Thunderstruck degli AC/DC al posto di Bob Geldof; infine si è chiuso definitivamente nel silenzio assoluto.  Io ho provato a caricarlo, a scusarmi...ho persino fatto un fioretto: se... Continue Reading →

(Ani)mali di stagione

In autunno le cimici arrivano a popolare gli anfratti delle mie finestre brontolando e protestando ogni volta che le apro e le chiudo; camminano sui miei tappeti ed esplorano ogni oggetto della mia casa. Anche ora che sto qui a scrivere ce n'é una che ha esplorato ogni centimetro della scrivania. Buttarle fuori è inutile: ne... Continue Reading →

Insetti spiritosi

Sono a letto, ormai mi addormento. Ma qualcosa bzzzzzzza e mi disturba. La ignoro, se non ci penso non fa niente. Bzzzzzzzzzzz, TAC, ce l'ho sulla faccia...la mando via...Sono sicura che tra un attimo non la sentirò più...Bzzzzzzzzzza, bzzzza, BzZzZzZza, STAC...ma ce l'ha con me allora...mamma...sussurro indecisa...un po' spaventata...potrebbe pungermi? Bzzzz, BzZZza, TAC, Bza...mamma, MAMMA!!!... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Up ↑