Pittura 

Dipingo. Lo faccio spesso quando vivo su questa spiaggia. Dipingo perlopiù corpi e volti iperespressivi, ma la famiglia, che ci affitta la stanza in una parte della propria casa, non sembra stupirsi particolarmente.

A poco a poco però, prima Lakshmi, che parla inglese, poi gli altri, uno alla volta, vengono a vedere cosa sto facendo.

A volte sembrano apprezzare. Forse il mio stile iperfisiognomico somiglia a certa iconografia di queste parti. Magari semplicemente  piace, anche se è strano. Vorrei tanto parlare questa lingua: il kannada.

Oggi sono arrivate le ragazze con un dado da gioco. Lakshmi chiede se può usare i miei colori per ridipingerne i numeri cancellati. Così sono tutti intorno a me, arrivano anche i bambini, che di solito se ne stanno strategicamente a distanza. 

A turno guardano: il quadro, i colori, i pennelli, le mie mani, me, il quadro, i colori. ..Non riesco più a continuare.

– Cos’è? – Chiede.

– Sono facce – Rispondo.

Ridiamo tutti.

“Like x-ray, inside body looking.” Sono scorticati anatomici con degli innesti di tubi.

Lakshmi colora prima di bianco ogni faccia del dado – così si vedono meglio i numeri – mi dice.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a website or blog at WordPress.com

Up ↑

%d bloggers like this: